DAL 1 LUGLIO STOP AL PAGAMENTO DEGLI STIPENDI IN CONTANTI

confartigianatobiella-stop-al-pagamento-in-contati-degli-stipendi

confartigianatobiella-stop-al-pagamento-in-contati-degli-stipendi


14-06-2018

Stipendi, stop ai contanti: dal 1° luglio solo pagamenti tracciati

Dal 1° luglio 2018 è vietato il pagamento delle retribuzioni in contanti. La norma servirà a combattere forme elusive dei rapporti di lavoro.

Con alcune disposizioni inserite nei commi da 910 a 914 dell’art. 1 della legge 27 dicembre 2017, n. 205, il Legislatore impone, per qualsiasi prestazione lavorativa sia subordinata che autonoma, la piena tracciabilità, a partire dal 1° luglio 2018, delle retribuzioni e dei compensi.
Nello specifico 

Comma 910. A far data dal 1° luglio 2018 i datori di lavoro o committenti
corrispondono ai lavoratori la retribuzione, nonche' ogni anticipo di
essa, attraverso una banca o un ufficio postale con uno dei  seguenti
mezzi:
  a) bonifico sul conto identificato dal  codice  IBAN  indicato  dal
lavoratore;
  b) strumenti di pagamento elettronico;
  c) pagamento in contanti presso lo  sportello  bancario  o  postale
dove il datore di lavoro abbia aperto un conto corrente di  tesoreria
con mandato di pagamento;
  d) emissione di un assegno consegnato direttamente al lavoratore o,
in  caso  di  suo  comprovato  impedimento,  a   un   suo   delegato.
L'impedimento s'intende comprovato quando il delegato a  ricevere  il
pagamento e' il coniuge, il convivente o un familiare, in linea retta
o collaterale, del lavoratore, purche' di eta' non inferiore a sedici
anni.
Comma 911. I datori di lavoro o committenti non possono corrispondere  la
retribuzione per mezzo di denaro
contante direttamente al lavoratore,
qualunque sia la tipologia del rapporto di lavoro instaurato.
 Comma 912. Per rapporto di lavoro, ai fini del comma 910, si intende ogni
rapporto di lavoro subordinato di cui all'articolo  2094  del  codice
civile,  indipendentemente  dalle  modalita'  di  svolgimento   della
prestazione e dalla durata del rapporto,  nonche'  ogni  rapporto  di
lavoro  originato  da  contratti  di  collaborazione   coordinata   e
continuativa e dai contratti di lavoro instaurati in qualsiasi  forma
dalle cooperative con i propri soci ai sensi  della  legge  3  aprile
2001, n. 142. La firma apposta dal lavoratore sulla  busta  paga  non
costituisce prova dell'avvenuto pagamento della retribuzione.

Comma 913. Le disposizioni di cui ai commi 910 e 911 non si applicano  ai rapporti di lavoro instaurati con le pubbliche amministrazioni di cui
all'articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30  marzo  2001,  n.
165, a quelli di cui alla legge 2 aprile 1958, n. 339, ne'  a  quelli
comunque  rientranti  nell'ambito  di  applicazione   dei   contratti
collettivi nazionali per gli addetti a servizi familiari e domestici,

stipulati  dalle   associazioni   sindacali   comparativamente   piu'
rappresentative  a  livello  nazionale.  Al  datore   di   lavoro   o
committente che viola l'obbligo di cui al comma  910  si  applica  la
sanzione amministrativa pecuniaria consistente nel pagamento  di  una
somma da 1.000 euro a 5.000 euro.

Comma 914. Entro tre mesi dalla data di entrata in vigore della  presentelegge il Governo stipula con le associazioni sindacali dei lavoratorie  dei  datori  di  lavoro  maggiormente  rappresentative  a  livellonazionale, con l'Associazione bancaria italiana  e  con  la  societa'Poste italiane Spa una convenzione con la quale sono individuati  glistrumenti di comunicazione idonei a promuovere  la  conoscenza  e  lacorretta attuazione delle disposizioni di cui ai  commi  910,  911  e 912.
Gli obblighi di cui ai commi  910,  911  e  912  e  le  relative
sanzioni  si  applicano  a  decorrere  dal   centottantesimo   giorno
successivo alla data di entrata in vigore della  presente  legge.  La
Presidenza del Consiglio  dei  ministri,  in  collaborazione  con  il
Ministero  dell'economia  e  delle   finanze,   predispone   campagne
informative,  avvalendosi  dei  principali  mezzi  di  comunicazione,
nonche' degli organi di comunicazione  e  di  stampa  e  di  soggetti
privati.  Ai  fini  dell'attuazione  delle  disposizioni  di  cui  al
presente comma, e' autorizzata la spesa di 100.000  euro  per  l'anno
2018. 

 Per scaricare in pdf il testo di LEGGE 27 dicembre 2017, n. 205 clicca qui 
 


Indietro

13/12/2018
CONFARTIGIANATO IMPRESE PRESENTA IL PROG...
Presentato il nuovo progetto - DAILY LOOSE - in seno a WHITE MILANO ...
07/12/2018
QUELLI DEL SI' - MANIFESTAZIONE DI MILANO ...
Invito a partecipare alla manifestazione-QUELLI DEL SI'(TAV)- MILANO 13 DICEMBRE 2018 ...
06/12/2018
INFRASTRUTTURE PER LO SVILUPPO , CONFARTIG...
Una platea di più di 3000 persone a sostegno di -SI TAV- ...
05/12/2018
BIELLA CHE LAVORA DA PARTE DELLA DONNE NE...
Biella che lavora da parte delle donne nel contrasto alla violenza ...
04/12/2018
INVITO AL SEMINARIO SULLE DETRAZIONI DEL 5...
Invito al seminario in diretta streaming sulle detrazioni del 50% e le agevolazioni casa ...
03/12/2018
INVITO AL SEMINARIO - NORMATIVA COGENTE PE...
LUNEDì 10 DICEMBRE 2018 DALLE 14 ALLE 17 CCIAA BIELLA ...
03/12/2018
INVITO SEMINARIO - STRUMENTI DIGITALI PER ...
INVITO AL SEMINARIO - STRUMENTI DIGITALI PER L' INTERNAZIONALIZZAZIONE -CCIAA BIELLA ...
01/12/2018
COMUNE DI CANDELO - ENTRO 7 DICEMBRE POSSI...
Entro il 7 dicembre vi è la possibilità di contributo per il disagio subito a causa di cantieri ...
01/12/2018
NOTIZIARIO BIELLESE NOVEMBRE 2018...
NOTIZIARIO DEL MESE DI NOVEMBRE 2018 ...
30/11/2018
INVITO -INCOMING OPERATORI COMMERCIALI EST...
Invito all' incoming operatori commerciali esteri settore Calzature Pelletterie Macerata ...
28/11/2018
CONVENZIONE CONFARTIGIANATO - FCA FIAT CHR...
Convenzione Confartigianato - FCA FIAT CHRYSLER AUTOMOBILES ...
27/11/2018
LILT FOR BIELLA - PREMIATI ELISABETTA DAMI...
LILT BIELLA con CONFARTIGIANATO BIELLA assegna due onorificenze a Elisabetta Dami e a Mario Ferrari ...
26/11/2018
IMU-TASI- SALDO DA PAGARE ENTRO IL 17 DICE...
Entro il 17 dicembre 2018 si dovrà pagare il saldo IMU-TASI 2018 ...