BALZO PETROLIO : RISCHIO DI GRAVI PERCUSSIONI SULLA COMPETITIVITA' DELLE IMPRESE DI AUTOTRASPORTO

*

*


19-09-2019

Balzo petrolio, Confartigianato Trasporti:
rischio gravi ripercussioni sull'aumento del gasolio per l'autotrasporto

 

Un consolidamento del balzo del prezzo del petrolio causato dall’attacco di sabato scorso agli impianti petroliferi in Arabia Saudita potrebbe ingenerare ulteriori spinte recessive alle economie avanzate, con una specifica esposizione dell’Italia, caratterizzata da una elevata dipendenza petrolifera: le importazioni nette sono pari al 91,5% del consumo interno. Negli ultimi 12 mesi (a giugno 2019) l’import di petrolio greggio dall’Arabia Saudita ammonta a 2,6 miliardi di euro, pari al 9,7% del nostro import totale di greggio. L’ Arabia Saudita è il nostro 3° fornitore di greggio, dietro a Azerbaigian e Iraq.

L’impatto sui prezzi del petrolio colpirebbe in modo particolare il settore dei Trasporti, come evidenziato nel report ‘Una fotografia dell’autotrasporto italiano e le recenti tendenze del settore’ presentato venerdì scorso alla 
Convention nazionale 2019 di Confartigianato Trasporti. Il settore del Trasporto assorbe il 31,4% degli impieghi di energia, ma sale al 69,6% per quanto riguarda gli impieghi di petrolio.

Un probabile aumento del prezzo dei carburanti rende critiche le condizioni di competitività delle imprese di autotrasporto: l’Italia, infatti, è al secondo posto nell’UE per il prezzo più alto del gasolio per autotrazione pagato dalle imprese: 1.245 euro per 1.000 litri al netto dell’Iva. Ci supera soltanto il Regno Unito con 1.306 euro. Sull’elevato costo dei carburanti pesa la tassazione: l’Italia è al quarto posto nell’Ue per la maggiore tassazione sull’energia, con uno spread fiscale tra Italia ed Eurozona che vale 14,1 miliardi di euro. Anche in chiave ambientale, sulla base del principio ‘chi inquina paga’, la tassazione nel nostro Paese appare elevata: il prelievo fiscale per tonnellata di emissioni di CO2 in Italia supera del 19% la media dei principali 4 paesi dell’Eurozona (Italia, Germania, Spagna e Francia).

La fotografia del settore – Secondo il rapporto dell’Ufficio Studi di Confartigianato in Italia nell’autotrasporto di merci operano 89.904 imprese con 337.784 addetti. Di queste il 54,7% (pari a 49.195 unità) sono imprese artigiane e danno lavoro a 108.615 addetti. Le imprese di autotrasporto hanno un fatturato di 45,9 miliardi, un valore aggiunto di 13 miliardi e trasportano 885,5 milioni di tonnellate di merci. In particolare, la direttrice del Brennero veicola il 20,3% del valore delle esportazioni made in Italy, pari a 2.855 euro al secondo. Nel rapporto sono evidenziate le condizioni di criticità della competitività delle imprese, che hanno determinato una marcata riduzione della quota di mercato che nel 2018, ha visto collocarsi al 20,5% la quota degli autotrasportatori italiani nel trasporto di merci internazionali, in un mercato dominato dai vettori polacchi.
A tal proposito va osservato che il costo medio del lavoro del personale delle imprese di traporto merci polacche è pari ad un quarto di quelle italiane. Altro problema evidenziato nel report sono i tempi di pagamento tra imprese, pari a 48 giorni. Nonostante il miglioramento nell’ultimo anno, l’Italia è tra i 4 peggiori pagatori tra i 25 paesi UE.

Nonostante i fattori critici, la resilienza delle piccole imprese di autotrasporto italiane è stata straordinaria, con un incremento di produttività che nell’arco di quattro anni ha colmato il gap con le omologhe imprese tedesche.

 

Peso Trasporti su impieghi finali di energia per fonte

Anno 2018. % su totale per fonte – Elaborazione Ufficio Studi Confartigianato su dati Mise

Prezzo gasolio da autotrazione pagato dalle imprese nei paesi UE

13 maggio 2019. Euro per 1.000 litri al netto della sola IVA – Elaborazione Ufficio Studi Confartigianato su dati Commissione europea

Importo di petrolio greggio: i primi dieci paesi fornitori

Ultimi 12 mesi a giugno 2019 – miliardi di euro – Elaborazione Ufficio Studi Confartigianato su dati Istat

 


Indietro

08/11/2019
FORMAZIONE LAVORATORI - CORSI OBBLIGATORI ...
Formazione lavoratori, corsi obbligatori per la sicurezza sul lavoro ...
06/11/2019
2 DICEMBRE 2019 CORSO FER, CORSO OBBLIGATO...
Iscriviti al corso FER organizzato in data 2 dicembre, è obbligatorio aggiornamento entro dicembre ...
06/11/2019
GOURMET FOOD FESTIVAL TORINO DAL 22 AL 24 ...
Per tre giorni Torino ospiterà Gourmet Festival Food, la fiera dell' agroalimentare ...
06/11/2019
INVITO RISERVATO AGLI IMPIANTISTI -TAVOLA ...
Tavola rotonda edifici ad energia quasi zero e riqualificazione energetica del costruito ...
05/11/2019
ALBO TRASPORTATORI - PAGAMENTO QUOTE 2020...
Albo trasportatori deliberate le quote di iscrizioni per il 2020, avvio alla procedura di pagamento ...
05/11/2019
NOTIZIARIO BIELLESE OTTOBRE 2019...
Pubblicato il notiziario biellese di ottobre 2019 ...
05/11/2019
CONVEGNO- LA BANDA LARGA IN PIEMONTE E NEL...
Invito al convegno - LA BANDA ULTRALARGA IN PIEMONTE E NEL BIELLESE - ...
04/11/2019
DAZI USA A PRODOTTI COMPARTO AGROALIMENTAR...
Confartigianato in audizione alla camera dei deputati per discutere sui dazi americani ...
31/10/2019
CORSO - PATENTINO PER LA CONDUZIONE DI CAR...
Inizia il 23 novembre corso per conseguire patentino di uso dei carrelli elevatori ...
30/10/2019
MAGICO NATALE A BIELLA TRA INNOVAZIONE E T...
Dal 24 novembre Biella si vestirà di Natale ...
30/10/2019
ATTENZIONE 16 DICEMBRE SCADE LA' ULTIMA RA...
Al 16 dicembre 2019 scade l' ultima rata dell' IMU. ...
28/10/2019
SKILLAND, UN PROGETTO CONTRO LA DISPERSION...
Skilland,un progetto contro la dispersione scolastica e alla ricerca del talento proprio dei ragazzi ...
25/10/2019
CORSI OVER55 CORSI GRATUITI PER CONOSCERE ...
CORSI PER OVER55 PER CAPIRNE DI PIù DI INTERNET,SOCIAL ED ALTRO. ...